Achille Iachino: tecnologia e intelligenza artificiale come occasioni per migliorare davvero le prestazioni del SSN
 ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ ‌ 
Achille Iachino: tecnologia e intelligenza artificiale come occasioni per migliorare davvero le prestazioni del SSN
    LEGGI TUTTO    
Piani pandemici: ieri, oggi e domani
Piani pandemici: ieri, oggi e domani
“I piani pandemici sono purtroppo diventati argomento di polemica politica, ma pochi conoscono in verità i loro obiettivi e quelli che dovrebbero essere i contenuti di tali documenti strategici” spiega Giovanni Rezza, offrendoci un quadro chiaro della loro storia dall’epoca precovid all’aggiornamento in corso con lo sguardo rivolto anche al panorama internazionale.
Leggi tutto
Intelligenza artificiale e crisi climatica: le nuove sfide per la comunicazione della scienza
Intelligenza artificiale e crisi climatica: le nuove sfide per la comunicazione della scienza
“Al di là della sorveglianza attiva, l’intelligenza artificiale sta influenzando il modo in cui pensiamo e affrontiamo le emergenze” e proprio per questo serve una preparazione specifica degli operatori sanitari che devono affrontare questa sfida, ci ricorda Elena Savoia che da tempo si occupa di promuovere un’informazione corretta sui temi della salute e dell’ambiente.
Leggi tutto
L’importanza della comunicazione nel lavoro dell’igienista
L’importanza della comunicazione nel lavoro dell’igienista
“Se non ascoltiamo prima quello che la popolazione pensa, la sua posizione sulle misure che raccomandiamo, rischiamo di produrre dei documenti che poi alla fine non hanno nessun impatto” racconta Caterina Rizzo, spiegando perché il lavoro dell’igienista si intreccia con quello del comunicatore.
Leggi tutto
 
Dalla letteratura e dal mondo
Emergenze sanitarie globali: l’importanza di un linguaggio condiviso
Cosa guida l’azione di uno stato durante un’emergenza sanitaria e le dichiarazioni dell’OMS sono effettivamente vincolanti? Clare Wenham e Liam Stout della London School of Economics and Political Science provano a rispondere attraverso una revisione esplorativa che ha coinvolto 48 paesi, dalla quale è emersa una realtà molto eterogenea riguardo all’assimilazione legislativa della terminologia promossa dall’OMS.
 
Dalla letteratura e dal mondo
Come ‘accentuare il positivo’ nella nostra ricerca di salute
Se non si è anche ottimisti, le persone smetteranno di ascoltarci. Dopo tutto, chi vuole ascoltare qualcuno che ha sempre una visione negativa della realtà? È quello che pensa Sandro Galea, epidemiologo e medico statunitense, per il quale creare un movimento per la costruzione di un mondo più sano significa anche comunicare ottimismo, il quale stimola al maggiore impegno delle persone nel perseguire i propri obiettivi.
Informazioni e aggiornamenti
su temi di economia e politica sanitaria,
organizzazione e qualità dell’assistenza.
Con il patrocinio di
Think2it © 2024 | All right reserved