Migliorare l’accesso dei cittadini al Servizio Sanitario Nazionale, supportare il lavoro e la collaborazione di medici, infermieri e professionisti della salute, rendere più efficiente e sostenibile il sistema e fornire dati utili alla ricerca. Sono questi gli ambiziosi obiettivi che il fascicolo sanitario 2.0 vuole raggiungere e che, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il 24 ottobre 2023, del decreto attuativo, entra in fase operativa. Ne abbiamo parlato con Stefano Lorusso.

Savo: prevenzione e innovazione

A colloquio con Alessia Savo Presidente della Commissione Sanità del Consiglio Regionale del Lazio Dottoressa, è stata da poco eletta presidente della Commissione Sanità del Consiglio regionale, un ruolo importante e sfidante. Quali sono le sue priorità oggi? Più che mie, le priorità sono di tutta la popolazione del Lazio e, in particolare, del territorio […]

Paolo Veronesi: Italia all'avanguardia nei percorsi di cura per il tumore al seno

E’ scientificamente provato che l’approccio multidisciplinare all’interno dei centri di senologia è quello che garantisce alle pazienti con tumore al seno il percorso più appropriato in termini di diagnosi e terapia. Lo sottolinea Paolo Veronesi, ricordando che l’attenzione alla prevenzione, e quindi alla diagnosi precoce, è l’altro aspetto che ha consentito al nostro Paese di raggiungere traguardi significativi nella sopravvivenza a 5 anni delle donne affette da tumore al seno, come confermano i dati pubblicati da ‘I numeri del cancro in Italia 2023’.

Breast Unit: un modello al passo con le innovazioni terapeutiche

Avere a disposizione un gruppo di professionisti in grado di assicurare elevati standard di cura e di garantire un confronto costante dalla diagnosi alla cura e per tutto il follow-up è il vantaggio del quale dispongono le donne che si rivolgono alle Breast Unit. Lo spiega Andrea Botticelli, che ricorda come le recenti evoluzioni nei trattamenti perioperatori abbiamo comportato una rimodulazione dei tempi chirurgici e dei trattamenti postoperatori nel percorso di cura condiviso attraverso il confronto multidisciplinare.

Europa Donna al fianco delle donne con tumore al seno

Rosanna D’Antona ripercorre con noi le tappe fondamentali delle attività di Europa Donna, dal 1994 accanto alle pazienti con tumore al seno per portare le loro istanze all’attenzione delle istituzioni nazionali e regionali. Tra le battaglie vinte, quella della presenza delle associazioni nelle Breast Unit così da aiutare le donne ad orientarsi nel percorso di cura, tra quelle ancora in corso l’incentivazione dello studio delle alterazioni geniche e molecolari per lo sviluppo di terapie sempre più personalizzate e quella di garantire una presa in carico a 360 gradi della donna, che non trascuri anche l’attenzione a temi importanti come il recupero della sfera sentimentale e sessuale.