Economia sanitaria: quali costi utilizzare negli studi?

Costi finanziari e costi economici

DIFFERENZA TRA COSTI FINANZIARI ED ECONOMICI

Le analisi economiche degli interventi sanitari rivestono un ruolo fondamentale nel processo decisionale basato sull’evidenza. Secondo la teoria economica, il valore reale di un bene o servizio è rappresentato dal valore della migliore alternativa a cui si rinuncia, ovvero dal suo costo opportunità. I costi finanziari sono, invece, le spese effettivamente sostenute per un bene o servizio e non riflettono necessariamente il vero valore economico di tale bene o servizio. La differenza fondamentale tra costi finanziari ed economici risiede, quindi, nell’attribuzione di un valore monetario (o non monetario) a ciascuna risorsa presa in considerazione.
Il costo finanziario di un intervento sanitario rappresenta l’importo di denaro pagato per le risorse utilizzate e, in genere, si basa sui dati di spesa. Al contrario, i costi economici rappresentano l’intero valore delle risorse utilizzate per fornire un intervento. Poiché l’obiettivo di tali costi è valutare l’efficienza delle scelte politiche alternative, essi hanno lo scopo di catturare il costo opportunità delle risorse basandosi sul valore del miglior utilizzo alternativo delle risorse a cui si è rinunciato e non semplicemente sull’importo monetario pagato per esse.
Di conseguenza, con i costi economici vengono valutate tutte le risorse consumate e non solo quelle che costituiscono una linea di bilancio o una spesa. I valori monetari attribuiti ai costi economici dipenderanno dalla domanda di ricerca, dal contesto, dalla prospettiva adottata e dall’orizzonte temporale considerato. Non è da sottovalutare il fatto che i costi finanziari possono anche fornire un’indicazione fuorviante della replicabilità di un intervento. Ad esempio, il costo finanziario di un intervento in un contesto particolare (pensiamo a risorse che vengono donate e per le quali non vi è una effettiva uscita monetaria) non riflette accuratamente il costo per replicare l’intervento in un contesto simile (che non ha risorse donate). I costi economici forniscono, pertanto, una prospettiva più completa per stimare i costi in diversi contesti.

COMPLESSITÀ NELL’ASSEGNAZIONE DEI VALORI MONETARI ALLE RISORSE

La complessità legata ai costi economici emerge con l’assegnazione di un valore monetario a ciascuna risorsa. In teoria, quando il prezzo di equilibrio al quale una risorsa viene venduta rappresenta il suo valore di mercato competitivo, si potrebbe ritenere che rappresenti anche il suo costo opportunità. Tuttavia, nella realtà, i mercati perfettamente competitivi sono rari e pertanto prezzi non adeguati potrebbero non sempre riflettere il vero valore di una risorsa nell’ambito del suo miglior utilizzo alternativo.
Vi sono tre potenziali differenze chiave nella valutazione dei costi economici rispetto a quelli finanziari:

1. l’attribuzione di un valore economico a risorse rilevanti anche quando non ci sono esborsi finanziari diretti associati (ad esempio, beni donati, l’uso gratuito di spazi edificabili o il ricorso a personale volontario);
2. l’uso di un prezzo ombra (shadow price) corretto per le risorse che hanno generato una spesa;
3. la valutazione delle risorse in conto capitale (risorse che hanno una vita utile superiore a un anno, come edifici, veicoli o attrezzature mediche).

L’interpretazione dei costi economici, quindi, è molto complessa, specialmente quando si cerca di determinare il valore appropriato da assegnare al costo opportunità di una particolare risorsa, dove vi siano differenze nei prezzi pagati da acquirenti diversi. Tali differenze possono riflettere le condizioni del mercato (come le barriere commerciali che mantengono alti i prezzi locali) o meccanismi di approvvigionamento inefficienti. Gli studi devono dettagliare tutte queste informazioni e, quando necessario, esplorarle nell’ambito dell’analisi di sensibilità e verificare la solidità e l’affidabilità dei risultati ottenuti.

SCOPI E UTILITÀ DEI COSTI FINANZIARI ED ECONOMICI

In conclusione, i costi finanziari ed economici perseguono obiettivi diversi negli studi di economia sanitaria. I primi sono essenziali per definire il budget, pianificare i servizi sanitari e garantire la sostenibilità economica di un nuovo intervento, mentre i secondi sono necessari quando si valuta l’efficacia di scelte politiche alternative. Questi due approcci sono, quindi, modi distinti di quantificare i costi, ma non elementi diversi del costo complessivo di un intervento. Tuttavia spesso i costi finanziari vengono utilizzati come proxy dei costi opportunità nei calcoli dei costi economici. Nel valutare il costo economico di un intervento sanitario è importante considerare le risorse associate alle spese, ed essere consapevoli che il valore di tali risorse potrebbe non riflettere adeguatamente i prezzi di mercato. Per ottenere risultati affidabili, è essenziale definire in modo chiaro e trasparente la metodologia utilizzata per la valutazione dei costi.

Letizia Orzella
Direzione Regionale Salute e Integrazione Sociosanitaria Area Farmaci e Dispositivi, Regione Lazio

Fonte Turner HC, Sandmann FG, Downey LE et al. What are economic costs and when should they be used in health economic studies? Cost Eff Resour Alloc 2023; 21 (1): 31

Download pdf

Da CAre 4-5, 2023

Share on