Digitalizzazione e accesso equo all’assistenza: il ruolo delle audiovisite

L’evidenza ha dimostrato che le tecnologie di telemedicina non sempre si traducono in un’assistenza sanitaria più efficace ed equa: pur esistendo da decenni, questi strumenti non sono ancora riusciti a colmare le lacune di accesso ai servizi soprattutto rispetto alle comunità storicamente emarginate. Se, da una parte, si continua a rivolgere una notevole attenzione al servizio di telemedicina a casa, dall’altra viene presa poco in considerazione la modalità delle visite solo audio, effettuate tramite telefono.
Hughes e gli altri autori della Johns Hopkins Medicine di Baltimora, nell’articolo pubblicato sul New England Journal of Medicine, hanno posto la loro attenzione su una modalità particolare di visita a distanza, quella solo audio, perché ritengono che possa rappresentare
attualmente un importante trampolino di lancio verso un’assistenza sanitaria digitalmente inclusiva.

L’articolo [PDF 75 kb]

Fonte Hughes HK, Hasselfeld BW, Greene JA. Health care access on the line: audio-only visits and digitally inclusive care. N Engl J Med 2022; 387 (20): 1823-1826

Share on