Michael Marmot: affrontare i determinanti sociali per una maggiore equità

Intervista a Michael Marmot

A colloquio con Michael Marmot

Alloggio, istruzione, quartiere di residenza, reddito: ecco i determinanti di salute, elementi chiave che agiscono da cerniera tra salute e malattia per ciascuno di noi. Sempre più spesso se ne discute sia in ambito politico sia sanitario: gran parte dell’attualità di questi argomenti è dovuta al lavoro di Sir Michael Marmot, personalità ormai nota in tutto il mondo per i suo studi e per i programmi di ricerca sulle disuguaglianze sanitarie condotti da oltre quarant’anni.
Il suo lavoro presso l’Organizzazione Mondiale della Sanità come presidente della Commissione sui determinanti sociali della salute e sul rapporto Closing the gap in a generation (2008) ha portato i decisori sanitari in Inghilterra a chiedergli di applicare questi risultati al proprio paese.
Il risultato è stato il rapporto Fair society, healthy lives (2010), noto anche come Marmot Review. La Marmot Review si è conclusa definendo sei obiettivi di politica sanitaria che richiedono un’azione mirata per raggiungere l’equità nella salute.
Diverse nazioni e amministrazioni di grandi città di tutto il mondo hanno seguito questo progetto, e alcune, come Manchester in Inghilterra, sono definite Marmot City. Sir Marmot ha recentemente completato una revisione retrospettiva su quali siano stati i progressi compiuti in Inghilterra riguardo gli obiettivi politici della Marmot Review.

CARE ha voluto rivolgere alcune domande a Sir Marmot successivamente alla lettura del rapporto Health Equity in England: the Marmot Review 10 years on (2020), che rivela aree in cui sono stati fatti passi avanti ma che mostra che resta ancora molto lavoro da fare.

L’intervista [PDF 600 kb]

Da Care 6, 2020

Michael Marmot, Professor of Epidemiology and Public Health at University College, London. Attualmente dirige lo UCL Institute of Health Equity

Share on