Il SSN tra attese e promesse disattese: il XXII Rapporto Pit Salute

XXII Rapporto Pit Salute

“Dal XXII Rapporto PIT Salute emerge che il vero tallone d’Achille per il nostro servizio sanitario è rappresentato dai servizi territoriali, poiché non esistono modelli organizzativi definiti e standard che si possano far rispettare: su questo occorre intervenire immediatamente. Ed è decisivo che nei prossimi mesi si metta mano a quanto stabilito nel Patto in termini di organizzazione di questi servizi. Per noi la vera battaglia sarà per la sburocratizzazione del SSN affinché diventi davvero a misura del cittadino, intervenendo per facilitare l’accesso ai servizi e eliminare i tanti costi diretti e indiretti, derivanti ad esempio dal labirinto burocratico”.

E’ il commento di Antonio Gaudioso in occasione della presentazione (Roma, 12 dicembre 2019) del Rapporto che ogni anno Cittadinanzattiva, con il supporto non condizionante di FNOPI, FNOMCEO e FOFI,  redige sulla base delle segnalazioni dei cittadini al Tribunale per i Diritti del Malato e che costituisce il termometro dello stato di salute del nostro servizio sanitario.

L’articolo [PDF: 155 kb]

Da Care 5-6, 2019

Share on