Lombalgia: le nuove raccomandazioni dell’American College of Physicians

Linee guida americane su lombalgia

L’American College of Physicians ha recentemente aggiornato le proprie raccomandazioni per il trattamento dei pazienti adulti affetti da lombalgia acuta (<1 mese), subacuta (1-3 mesi) e cronica (>3 mesi).

In sintesi, le linee guida raccomandano, nei casi di lombalgia acuta e subacuta, il ricorso in prima istanza alle terapie non farmacologiche (calore, massaggi, agopuntura, manipolazione spinale, etc), utilizzando in alternativa solo farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) o miorilassanti. Nei pazienti con lombalgia cronica, l’opzione iniziale suggerita è ancora di tipo non farmacologico (tecniche riabilitative, agopuntura, approccio cognitivo-comportamentale, tai-chi, yoga etc), laddove, in caso di fallimento di questi trattamenti, può essere indicato il ricorso ad una terapia farmacologica con FANS e solo successivamente con tramadolo o duloxetina. L’impiego degli oppioidi va infine considerato come ultima risorsa e solo dopo un’attenta valutazione, condivisa con i pazienti, dei rischi-benefici di questi farmaci.

L’articolo [PDF: 110 kb]

Da Care 5, 2017

Fonte Qaseem et al, Ann Intern Med 2017; 166: 514-530

Share on