Migliorare la diagnosi: la nuova frontiera della sicurezza del paziente

Secondo una ricerca pubblicata nel 2015 dall’Institute of Medicine l’errore diagnostico interessa un adulto su 20 in ambito extraospedaliero e oltre 12 milioni di adulti all’anno soltanto negli Stati Uniti.

Affrontare l’errore diagnostico è quindi ormai un imperativo morale, professionale e di salute pubblica perché rappresenta uno dei fattori di rischio più importanti  per la sicurezza del paziente.

L’articolo [PDF: 130 kb]

Da CARE 1 2016

Fonte Singh H e Graber ML, N Engl J Med 2015; 373: 2493-2495

 

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.