Fattori di rischio e esiti della candidosi associata a formazione di biofilm

La candidosi è spesso associata alla formazione di biofilm che colonizzano dispositivi medici come i cateteri venosi o quelli urinari. Questa manifestazione è considerata molto grave perché i biofilm sono particolarmente resistenti alla terapia antifungina con fluconazolo e solo due classi di agenti terapeutici (amfotericina B e echinocandine) hanno dimostrato in vitro efficacia contro i biofilm da Candida…

L’articolo [PDF: 60 KB]

Supplemento a CARE 2, 2013

Fonte: Tumbarello M, Fiori B, Trecarichi EM et al. PLoS ONE 2013; 7 (3): e33705
doi:10.1371/journal.pone.0033705

One comment

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.