Si svolge il 16 ottobre 2018 a Roma presso la Casa del Cinema dalle 10:30 alle 13.00 la cerimonia di premiazione dei vincitori della prima edizione del Patients’ Digital Health Awards – I pazienti premiano l’innovazione digitale, promosso dalla Digital Health Academy in collaborazione con circa 40 associazioni di pazienti ed il supporto incondizionato di Fondazione MSD. 

Servizi Sanitari Regionali

Il progetto ‘La misura della performance dei Sistemi Sanitari Regionali’, coordinato dal Consorzio CREA
Sanità di Tor Vergata è arrivato quest’anno alla sua sesta edizione.
L’obiettivo dell’indagine è fornire una valutazione dei livelli di tutela della salute a livello regionale dal
punto di vista di utenti, istituzioni, professionisti sanitari e manager pubblici e dell’industria medicale.

Implementation research

uando i risultati di ricerche e studi in campo sanitario vengono traslati nel mondo reale, può accadere che non trovino un’applicazione immediata o non riescano a fornire una soluzione concreta a problemi definiti. L’implementation research ha esattamente questo scopo: identificare approcci ottimali per ambiti specifici di assistenza, nell’ottica di promuovere una migliore erogazione dei servizi.

corruzione servizi sanitari

L’obiettivo dello studio di Sommersguter e dei suoi colleghi, pubblicato su Applied Health Economics and Health Policy è quello di fornire una descrizione dettagliata delle categorie di Thompson e delle analisi e tipologie proposte dall’EHFCN e da un recente studio della Commissione Europea, e di esplicitare le relazioni tra tali tipologie, fornendo uno strumento analitico integrato che permetta di identificare meglio le forme reali della corruzione nei sistemi sanitari.

farmaci orfani e coinvolgimento del paziente

Nell’area delle malattie rare il coinvolgimento dei pazienti e delle loro famiglie è particolarmente rilevante. Devono infatti affrontare molte difficoltà: percorsi diagnostici lunghi e diagnosi incerte, accesso limitato a terapie efficaci e procedure di rimborso tortuose. L’obiettivo del lavoro di Young e colleghi, pubblicato su Orphanet Journal of Rare Diseases è stato dunque quello di mappare le opportunità di coinvolgimento di pazienti e familiari messe in atto in questo campo.