Global Burden of Disease

Dall’analisi dell’ultimo GBD pubblicato nel 2016, abbiamo appreso che negli ultimi 25 anni è stato osservato nella popolazione mondiale un aumento dell’aspettativa di vita media, ma anche un aumento dell’importanza delle malattie croniche e una parallela riduzione della mortalità per malattie infettive, soprattutto per bambini e donne in età fertile. Inoltre, si è abbassato drasticamente il peso delle malattie trasmissibili grazie al miglior controllo di malaria e HIV/AIDS e sono migliorate le condizioni igienico-sanitarie (per esempio, qualità dell’aria negli interni e malnutrizione infantile) con una conseguente riduzione stabile della diarrea.

aie giovani

Epidemiologia 3.5: Se dico John Snow a cosa pensi? #spoileralert è il convegno organizzato dall’AIE Giovani che si svolgerà il 5 e 6 giugno presso la Sapienza, Università di Roma. Oltre ai classici temi dell’epidemiologia ambientale/occupazionale, epidemiologia eziologica, epidemiologia clinica e applicata alla valutazione dei servizi, i contributi verteranno anche su argomenti di epidemiologia veterinaria, […]

A colloquio con Gloria Taliani
L’andamento epidemiologico registrato dal SEIEVA, il sistema di monitoraggio delle epatiti acute dell’Istituto Superiore di Sanità, mostra che il serbatoio dell’infezione cronica da epatite C non è alimentato in modo significativo dall’occorrenza di nuovi casi e permette di immaginare che l’ampliamento dei criteri di eleggibilità al trattamento possa portare al controllo del serbatoio residuo di malati in un ragionevole orizzonte temporale.

A colloquio con Stefano Vella e Americo Cicchetti
La Piattaforma italiana per lo studio della terapia delle epatiti virali (Piter), oltre che a definire il quadro epidemiologico-clinico dell’HCV in Italia, ha consentito di inquadrare meglio i bisogni di cura effettivi della popolazione italiana, con il risultato di poter effettuare un’analisi sull’impatto economico potenziale dell’estensione dei criteri di rimborsabilità per il trattamento dell’epatite C stabiliti da AIFA in maniera estremamente accurata.

Per cercare di fare chiarezza sulla leucemia linfatica acuta, la più diffusa delle malattie gravi dell’infanzia, Paola Michelozzi e Patrizia Schifano hanno curato un numero monografico di Epidemiologia e Prevenzione, che intende fornire elementi operativi in tre direzioni: di conoscenza, di prevenzione primaria e di interazione tra clinici/ricercatori e cittadinanza.