A colloquio con Ivan Gardini

Quale proposta ha fatto EpaC al Governo per rendere l’eradicazione dell’infezione da HCV un obiettivo possibile in Italia? Quali sono i ‘falsi miti’ sull’epatite C che EpaC onlus ha voluto mettere a nudo? Qual è la posizione dell’Associazione rispetto alla decisione di alcuni cittadini italiani di ricorrere ai ‘viaggi all’estero’ per garantirsi la possibilità di curarsi?

A colloquio con Filippo Buccella
Dal progetto EUPATI, avviato nel 2012, alla nascita dell’Accademia dei pazienti si è rafforzato il ruolo dell’Italia nel network europeo nato con l’obiettivo di far ricoprire ai pazienti un ruolo chiave non solo nel momento in cui devono decidere il loro percorso di cura, ma anche nella fase di sperimentazione e approvazione dei medicinali.

Si è svolto il 19 e 20 aprile a Roma il workshop di Accademia dei pazienti “Partecipazione attiva e non più passiva del paziente nel processo di ricerca e sviluppo dei farmaci”, organizzato dall’Accademia dei Pazienti, il network italiano del progetto europeo Eupati (European Patients’ Academy on Therapeutic Innovation): da oggi formazione certificata e garantita AIFA e Ministero della Salute per tutti coloro che si vogliono avvicinare alle terapie innovative.

Il coinvolgimento del paziente è ormai da anni considerato un elemento fondamentale nella programmazione e nello sviluppo dei programmi sanitari. Obiettivo dello studio è definire una mappa concettuale del fenomeno, identificando tutte le possibili componenti del percorso di coinvolgimento del paziente, con particolare riferimento a chi presenta patologie croniche.