disuguaglianze

Nell’Unione europea peggiorano le disuguaglianze e la condizione dell’ecosistema terrestre, non migliora la situazione riguardo a povertà, alimentazione e agricoltura sostenibile, condizione economica e occupazionale, qualità della governance e cooperazione internazionale. Va meglio invece per salute, educazione, uguaglianza di genere, sistema energetico, innovazione, condizioni delle città, modelli sostenibili di produzione e di consumo, lotta al cambiamento climatico.
Ne abbiamo parlato con Giuseppe Costa, Carla Collicelli e Sergio Ventura, toccando aspetti decisamente attuali.

Alcuni importanti organismi internazionali e nazionali hanno pubblicato diverse raccomandazioni per il miglioramento della capacità di risposta dei servizi sanitari alle diversità etnico-linguistiche e culturali dell’utenza. Seeleman e colleghi hanno individuato un campione ragionato di sei approcci contenuti in queste raccomandazioni per capire se vi fosse un sostanziale consenso rispetto alle misure di cui un’organizzazione sanitaria deve dotarsi per adattare i servizi sanitari ai bisogni di specifici gruppi di popolazione.

La globalizzazione consiste in un sempre più rapido spostamento di merci, uomini e denaro attraverso il mondo.
Include fenomeni come le migrazioni di massa, il cambiamento climatico, la delocalizzazione delle produzioni, la concentrazione dei capitali, la finanziarizzazione dell’economia, il debito crescente.
Qual è l’impatto di questo fenomeno sulla salute?