SITeCS: ospedale e territorio

Il tema dell’integrazione tra ospedale e territorio e, di conseguenza, della continuità delle cure, ormai da tempo oggetto di attenzione e di profonde riflessioni, è considerato uno degli obiettivi prioritari di politica sanitaria, al fine di intervenire in modo appropriato su uno scenario assistenziale sempre più condizionato dagli effetti delle cosiddette grandi transizioni (epidemiologica, demografica e sociale).

Di integrazione ospedale-territorio ne abbiamo parlato, tra gli altri, con Gavino Maciocco. La selezione dalla letteratura internazionale propone un’analisi dell’evoluzione dei termini e dei modelli, uno studio sugli indicatori per la misura della continuità e un approfondimento sull’esperienza dei pazienti. Con un focus regionale su Basilicata Calabria e Puglia, Marche e Piemonte.

A colloquio con Gavino Maciocco
Innovazione tecnologica e partecipazione attiva del paziente al percorso di cura si possono considerare due delle rivoluzioni più significative per migliorare la salute della popolazione in questo momento di crisi? Qualcosa sta iniziando a cambiare nella visione ‘ospedalocentrica’ che ha caratterizzato fino a anni recenti la cultura sanitaria del nostro Paese?