Salute: italiani versus immigrati durante la crisi economica globale

Salute: migranti versus italiani

Durante il biennio 2013-2015 circa mezzo milione di persone è sbarcato sulle coste italiane e circa il 40% ha chiesto protezione internazionale. Nel nostro Paese il numero di immigrati residenti è raddoppiato
negli ultimi 10 anni passando dai 2,4 milioni nel 2005 (circa il 4% dei residenti in Italia) ai 5 milioni nel 2015 (circa l’8% dei residenti in Italia).

Petrelli e il suo gruppo di ricerca, che fa parte dell’Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e per il contrasto delle malattie della povertà (INMP) ossia dell’ente nazionale che si occupa delle problematiche di assistenza in campo sociosanitario legate alle popolazioni migranti e alla povertà, ha approfondito il significato di questi dati valutando il ruolo dei fattori socioeconomici sullo stato di salute di italiani e immigrati prima e dopo la crisi, attraverso un confronto tra i due gruppi di popolazione.

L’articolo [PDF: 85 kb]

Fonte Petrelli A et al, Int J Equity Health 2017; 16: 98