Mario Marazziti: antibiotici, bene comune da tutelare

A colloquio con Mario Marazziti

Gli antibiotici sono un ‘bene comune’ e sociale, un patrimonio di tutta la comunità, il frutto della ricerca scientifica, perfezionato negli anni, che ha permesso e permette di salvare milioni di vite.
Tutelare questo bene è compito di tutti. È un dovere che riguarda i medici quando prescrivono, i pazienti quando assumono i farmaci prescritti, gli operatori sanitari quando gestiscono o somministrano la terapia.

Di fronte ai dati che indicano che già oggi 5000-7000 decessi ogni anno sono riconducibili a infezioni ospedaliere, il valore degli antibiotici va difeso pensando alle future generazioni e alle categorie oggi più esposte al rischio di infezioni resistenti a questi farmaci: persone fragili, anziani ricoverati con più patologie, disabili ospitati in strutture protette.

Usare bene gli antibiotici non significa imporre limitazioni ma, al contrario, massimizzarne l’efficacia in modo da produrre minori problemi di resistenza antimicrobica e limitare l’impatto sulla salute pubblica.

Di questo ci ha parlato Mario Marazziti, rispondendo alle nostre domande.

Da Care 5, 2016

L’articolo [PDF:   360 kb]

La videointervista

Mario Marazziti, Presidente XII Commissione “Affari Sociali”, Camera dei Deputati