Team multidisciplinari per il trattamento e la cura dei tumori

teammultidisciplinariNon dovrebbe sorprendere il fatto che il miglioramento dei processi e degli outcome sanitari non dipenda necessariamente dall’esistenza di gruppi multidisciplinari (tumor board) per la cura e il trattamento dei pazienti oncologici.

Anche in ospedale, infatti, il lavoro di squadra non è sempre certezza del raggiungimento dell’obiettivo poiché la collaborazione a livello multidisciplinare è una condizione importante ma non è una garanzia sufficiente perché gli outcome di salute vengano raggiunti.

Il trattamento dei pazienti oncologici è per definizione multidisciplinare: i pazienti con una nuova diagnosi di tumore coinvolgono nella loro cura i medici, i chirurghi, gli oncologi così come tutti gli operatori che lavorano nel campo delle cure palliative e dell’assistenza sociale.

Gli studi sull’efficacia dei tumor board di solito provengono da singole istituzioni o dalle strutture che li hanno implementati. Secondo lo studio di Keating e collaboratori pubblicato recentemente sul Journal of National Cancer Institute, i gruppi multidisciplinari in ospedale non migliorano la qualità delle cure oncologiche. I risultati dello studio, che ha coinvolto 138 centri medici della Veteran’s Health Administration (VA), hanno evidenziato un’associazione piuttosto esigua tra la presenza di team multidisciplinari e l’appropriatezza del trattamento somministrato. Gli autori hanno identificato 27 dimensioni di qualità, confrontando i dati del registro e i dati amministrativi per valutare l’appropriatezza delle cure somministrate e gli outcome sanitari nei pazienti oncologici con una diagnosi rilevata nel periodo 2001-2004.

L’articolo [PDF: 92 Kb]

Da CARE 2, 2013

Fonte: Keating NL, Landrum MB, Lamont EB et al.  J Natl Cancer Inst 2013; 105 (2): 82-84

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *