Perché registrare gli studi clinici e pubblicare tutti i risultati

MissingDataRiportare parzialmente e in modo errato i risultati di una ricerca è un fenomeno che si presenta da più di due decenni nel mondo scientifico e che è ormai sotto gli occhi di tutti. Questa ‘cattiva condotta’ nella ricerca, in inglese ‘research misconduct’, determina conseguenze enormi, poiché porta a sovrastimare, per esempio, i benefici provenienti da una terapia, sottostimandone gli effetti collaterali. In altre parole mette in serio pericolo la vita dei pazienti, sprecando al  contempo preziose risorse in campo sanitario. Molte delle critiche si sono concentrate sugli studi clinici finanziati dall’industria, ma i primi esempi della non pubblicazione dei risultati negativi di uno studio provengono invece proprio dal mondo accademico, che non ha fatto meglio dell’industria nel cercare di migliorare il proprio comportamento negli anni successivi.

L’articolo [PDF: 90 Kb]

Da CARE 1, 2013

Fonte: Chalmers I, Glasziou P, Godlee F. BMJ 2013;346:f105 doi: 10.1136/bmj.f105

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *