Appropriatezza prescrittiva e interazioni tra farmaci

L’angolo della SITeCS

La somministrazione concomitante di altri medicinali rappresenta uno dei principali determinanti della risposta di un paziente al farmaco.L’uso contemporaneo di più farmaci è spesso essenziale per il raggiungimento del risultato terapeutico desiderato o per il  trattamento di patologie concomitanti. Rappresenta un’importante opportunità per il  prescrittore: permette di ampliare la portata dell’intervento terapeutico agendo su più  meccanismi patogenetici e consentendo l’impiego di regimi posologici a dosi submassimali, con l’effetto di preservare il paziente dai potenziali effetti avversi dei singoli farmaci. Tuttavia, la polifarmacoterapia espone il paziente a interazioni farmacologiche, che possono tradursi in un’alterata azione dei farmaci stessi, nel fallimento terapeutico o nella comparsa di effetti collaterali.

L’articolo [PDF: 111 Kb]

da CARE 6 2012

 

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *