L’algoritmo per la gestione del rischio cardiovascolare metabolico

Un nuovo approccio basato sull’unione delle forze in campo per combattere il rischio cardiovascolare metabolico: un semplice e innovativo algoritmo diagnostico-terapeutico, sviluppato grazie al lavoro di un team multidisciplinare (medici di medicina generale, cardiologi, diabetologi, internisti, nefrologi, farmacologi, farmacisti e associazioni di pazienti) a partire dalla sintesi e dall’ottimizzazione delle Linee Guida Internazionali per porre il paziente al centro e promuovere una razionalizzazione dei costi sanitari attraverso la strada dell’appropriatezza diagnostico-terapeutica.

In questo dossier, attraverso le voci di chi ha concretamente fatto parte del team sviluppatore, emerge chiaramente come
l’algoritmo cardiovascolare-metabolico – patrocinato da diverse Società Scientifiche e promosso da MSD Italia –  rappresenti uno strumento utile a promuovere il disease management nel rispetto dei criteri per l’appropriatezza delle cure.

Il dossier completo [PDF: 2,3 Mb]

 

da CARE 4, 2012

 

Gerardo Medea, Responsabile Nazionale dell’Area Endocrinologica e Diabetologica,
SIMG

Maria Grazia Modena, Direttore della Cattedra di Cardiologia all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Roberto Pontremoli, Professore Associato Nefrologia, Università di Genova

Giorgio Sesti, Professore Ordinario di Medicina Interna presso il Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica dell’Università degli Studi ‘Magna Graecia’, Catanzaro

Andrea Giaccari,  Professore Associato Diabetologia e Endocrinologia, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma

Enzo Manzato, Professore di Medicina Interna, Università di Padova

Alberto Corsini, Ordinario di Farmacologia, Dipartimento di Scienze Farmacologiche, Università degli Studi, Milano

Ezio Degli Esposti, Medico nefrologo, Ravenna

Raffaele Scalpone, Presidente dell’Associazione Italiana per la Difesa degli Interessi dei Diabetici

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *