Le nuove linee guida europee per la gestione e il trattamento delle dislipidemie

L’angolo della SITeCS

Tra i fattori di rischio dell’aterosclerosi, le dislipidemie occupano un posto di primo piano e la relazione che le lega con le malattie cardiovascolari è basata su forti evidenze fisiopatologiche e cliniche. Le richieste di interventi medici diretti alla diagnosi e alla terapia delle dislipidemie sono crescenti; tale espansione è riferibile anche a popolazioni emergenti (donne, anziani, bambini), in precedenza relativamente trascurate, che possono beneficiare di un approccio personalizzato.

Le linee guida ESC/EAS per la gestione delle dislipidemie, pubblicate a luglio 2011, specificano l’approccio da riservare a queste sottopopolazioni di pazienti.

L’articolo  [PDF: 78 Kb]

da CARE 1, 2012

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *