L’elettrocardiogramma nello screening degli sportivi

Sugli Annals of Internal Medicine sono stati pubblicati due studi sull’importanza di inserire l’elettrocardiogramma di base a 12 derivazioni nella valutazione preventiva di soggetti giovani praticanti attività sportiva. Un argomento che  a noi potrebbe sembrare marginale, dal momento che in Italia ed in alcuni Paesi europei le norme che regolano la tutela sanitaria dell’attività sportiva agonistica comprendono l’esecuzione obbligatoria di un elettrocardiogramma di base e dopo esercizio fisico.

L’articolo [PDF: 96 Kb]

da CARE 3, 2010

Fonte:  Baggish AL, Hutter AM Jr, Wang F et al. Ann Intern Med 2010; 152: 269-275
Wheeler MT, Heidenreich PA, Froelicher VF et al. Ann Intern Med 2010; 152: 276-286
Maron BJ. Ann Intern Med 2010; 152:324-326

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *